amministrazione trasparente
albo pretorio
pubblicazioni di matrimonio
pubblicazioni di matrimonio
Comune di Zevio
Anagrafe

L’Ufficio Anagrafe è inserito all'interno dell'Unità Organizzativa Servizi alla Persona e alla Famiglia.

Responsabile dell’Unità Organizzativa:
Funzionario Dirigente  -  Dott. Vozza Giuseppe

Componenti dell’ufficio:                         
Personale Amministrativo – Grigato Maddalena

Orario di apertura al pubblico Recapiti

10.00 – 13.00   dal  Lunedì  al  Venerdì
17.30 – 18.30   il Martedì  e  Giovedì
  9.00 – 12.00   il Sabato


Tel. 045/6068405
Per inviare documentazione inerente pratiche di  ufficio: comunedizevio@comune.zevio.vr.it

OPPURE

zevio.vr@cert.ip-veneto.net
Per contattare l’ufficio per informazioni

anagrafe@comune.zevio.vr.it


L'Anagrafe cura la tenuta e l'aggiornamento dei registri della popolazione residente e dell'A.I.R.E. (Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero), per conoscere la posizione e il movimento dei cittadini, italiani e stranieri, iscritti nel Comune.

L'Anagrafe, funzione amministrativa statale, delegata ai Comuni,  si occupa:
- della regolare tenuta degli schedari della popolazione  residente e dell’AIRE
- certificati anagrafici
- residenza e cancellazione anagrafica
- toponomastica
- indagini per conto dell’ISTAT

Cambio residenza

Dal 9 maggio 2012 è entrata in vigore la nuova disciplina  prevista dall'art.5 del decreto legge 9 febbraio 2012, n.5, convertito in legge 4 aprile 2012, n.35, che introduce il "cambio di residenza in tempo reale".

Come si richiede: i cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari potranno presentare le dichiarazioni anagrafiche non più solo allo sportello comunale fisico, ma anche:
per raccomandata,
per via telematica
per fax
Il modulo per la richiesta è disponibile a lato della presente pagina – (Per essere considerato ricevibile deve contenere necessariamente tutti i dati obbligatori contrassegnati da *).

L’invio in forma telematica  prevede varie possibilità quali  modalità di presentazione:
a)  che la dichiarazione sia sottoscritta digitalmente;
b) che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della CIE, della carta nazionale dei servizi, o in ogni caso con strumenti che consentano l'individuazione  del  soggetto che effettua la dichiarazione;
c) che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del richiedente.
d) che la copia della dichiarazione recante la firma autografa del richiedente sia acquisita mediante scanner e trasmessa tramite posta elettronica semplice.   In tal caso alla dichiarazione deve essere allegata copia del documento d'identità del richiedente (e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente che, se maggiorenni, devono anche sottoscrivere il modulo).

N.B.  Va data dimostrazione ai sensi dell’art. 5 del D.L. 28.03.2014 n. 47 (convertito nella legge 23.05.2014 n. 80) del titolo di occupazione dell’immobile di dimora abituale, compilando accuratamente l’apposita sezione della DICHIARAZIONE DI RESIDENZA. (Modulo reso disponibile a lato della presente pagina).

Tempi di concessione:
il Comune, entro 45 giorni dalla dichiarazione procede all'accertamento dei requisiti cui è subordinata l'iscrizione anagrafica (prima tra tutti l'effettiva dimora abituale). Trascorso tale termine senza che siano pervenute comunicazioni negative, quanto dichiarato si considera conforme alla situazione di fatto (silenzio-assenso, art. 20 legge 241/1990).

Esito negativo:  in caso di accertamento negativo, e/o accertata mancanza dei requisiti il procedimento verrà annullato e l'interessato sarà cancellato dall'anagrafe con effetto retroattivo e sarà denunciato alle competenti autorità, per le responsabilità penali per dichiarazioni mendaci, ai sensi degli articoli 75 e 76 del D.P.R. 445/2000.

Iscrizione anagrafica di cittadini extra-comunitari

I cittadini di Stati non appartenenti all’Unione Europea (extracomunitari) devono allegare alla “Dichiarazione di residenza” la documentazione indicata nell’Allegato A.

Iscrizione anagrafica di cittadini comunitari

I cittadini di Stati appartenenti all’Unione Europea devono allegare alla “Dichiarazione di residenza” la documentazione indicata nell’Allegato B.

Informazioni per iscrizione all'A.I.R.E. (Anagrafe degli Italiani residenti all’estero)

I cittadini italiani che si trasferiscono all’estero per un periodo superiore ai 12 mesi devono chiedere l’iscrizione all’AIRE, tramite il Consolato o l’Ambasciata.

Requisiti:      Dimora abituale all’estero per più di 12 mesi 
Documenti da presentare:     Documento di identità, codice fiscale 
Scadenza:     Entro 90 giorni dal trasferimento all’estero
Normativa:  Legge AIRE 27/10/1988 n. 470, Regolamento AIRE DPR 6/9/1989 n.323

Carta d'identità

La carta d'identità può essere richiesta da tutti i cittadini fin dal primo giorno di vita . E’ stata infatti abrogata la norma che ne prevedeva il rilascio al compimento dei 15 anni. Il rilascio del documento è immediato. A seconda dell’età della persona a cui viene rilasciata varia la durata.
TRE ANNI per i bambini fino a tre anni di età
CINQUE ANNI per le persone dai 3 ai 18 anni di età
DIECI ANNI per le persone oltre i 18 anni di età
Recentemente è intervenuta una disposizione che stabilisce che la carta di identità è rilasciata o rinnovata con validità fino alla data, corrispondente al giorno e mese di nascita del titolare immediatamente successiva alla scadenza che sarebbe altrimenti prevista per la stessa.

Come si rilascia
L'interessato deve presentarsi personalmente, munito di documento di riconoscimento, portando con sé:
- tre foto recenti, scattate a capo scoperto, formato tessera
- la precedente carta d'identità, se posseduta, da restituire

Costo del documento
Il rilascio del documento costa Euro 5,42.
Il rilascio del duplicato costa Euro 10,84
Per i cittadini iscritti all’A.I.R.E. ( Anagrafe italiani residenti all’estero ) la carta di identità può essere chiesta anche presso il Consolato/Ambasciata del Paese Estero di rispettiva residenza.

Proroga della validità da 5 a 10 anni

A partire dal 25.06.2008 tutte le carte di identità, sia quelle di nuova emissione che quelle ancora in corso di validità, avranno una durata di 10 anni (fatta eccezione per i minori).
In prossimità della scadenza del quinquennio di validità della C.I. chi è residente nel Comune di Zevio si può recare presso gli uffici demografici con il documento stesso sul quale verrà apposto un timbro che ne prorogherà la scadenza (la proroga può essere effettuata durante tutto l’arco del quinquennio). Ai fini dell’espatrio peraltro, poiché non tutti gli stati esteri riconoscono validità al timbro, è stata emessa apposita circolare che ha stabilito che si può procedere alla sostituzione della carta di identità da prorogare o già prorogata, seppur valida con una nuova carta di identità di validità decennale.

Rinnovo

E' possibile rinnovare la carta d'identità già fin da sei mesi prima della data di scadenza.
Da tempo il Settore Servizi Demografici provvede ad inviare al domicilio del Cittadino un avviso di scadenza della sua carta d'identità. Ciò evita al cittadino di trovarsi senza documento proprio quando gli occorre ad esempio per viaggi all'estero in concomitanza con le ferie estive o invernali.

Validità per l'espatrio

Se si desidera che il documento sia valido anche per l'espatrio bisogna sottoscrivere l'apposita dichiarazione.
Per il primo rilascio ad un minorenne è richiesta la presenza congiunta di entrambi i genitori muniti di idoneo documento di identità in quanto devono sottoscrivere entrambi la dichiarazione.
Se i genitori sono separati l'assenso di entrambi è sempre necessario, in caso di contrasto deciderà il giudice tutelare.

Smarrimento

Quando la carta d'identità, non ancora scaduta, viene smarrita, rubata o distrutta, occorre fare tempestiva denuncia all'Autorità di Polizia / Carabinieri e richiedere il rilascio di una nuova carta d'identità (duplicato) agli Uffici demografici, presentando copia della denuncia.

Passaporto

Il passaporto, che è valido 10 anni, è il documento che serve per espatriare in tutti gli Stati riconosciuti dall'Italia.

Rilascio - La domanda va presentata all'Ufficio Passaporti presso la Questura di Verona. Presso gli Uffici Demografici del Comune di Zevio potrà essere richiesta la modulistica per formulare domanda.

Dal 19 novembre 2009 la Questura di Verona
rileva le impronte digitali per i nuovi passaporti e dal 25 novembre dello stesso anno, è diventato obbligatorio il passaporto individuale anche per i bambini.

Tutte le informazioni di dettaglio relative al passaporto e alla modulistica necessaria sono reperibili sul sito www.poliziadistato.it - Passaporto

Consulta il sito di Agenda passaporto https://www.passaportonline.poliziadistato.it

Il nuovo servizio della Polizia di Stato per richiedere online il passaporto e per prenotare ora data e luogo per presentare la domanda eliminando le lunghe attese negli uffici di polizia

In aderenza alla vigente normativa europea, dal 20 maggio 2010 viene rilasciato, da tutte le Questure in Italia ed all'estero dalle rappresentanze diplomatiche e consolari, un nuovo modello di passaporto elettronico costituito da un libretto a 48 pagine a modello unificato. Tale libretto è dotato di un microchip in copertina, che contiene le informazioni relative ai dati anagrafici, la foto e le impronte digitali del titolare.

Inoltre, è presente, alla pagina 2 del libretto la firma digitalizzata, ad eccezione delle sotto elencate categorie:

  • Minori di anni 12;

  • Analfabeti (il cui stato sia documentato con un atto di notorietà );

  • Coloro che presentino una impossibilità fisica accertata e documentata che impedisca l'apposizione della firma;


In questi casi al posto della firma ci sarà la dicitura "esente" scritta anche in lingua inglese e francese. Per i minori oltre ai cambiamenti già intervenuti, è ora previsto che siano tutti dotati di un passaporto individuale. Pertanto non è più possibile richiedere l'iscrizione del proprio figlio minore sul passaporto del genitore. Per notizie più approfondite vi rimandiamo alla pagine del passaporto per i minori.

Per i minori la procedura prevede che vengano acquisite le impronte dal compimento dei 12 anni di età .

NOTA BENE: Si segnala che l'iscrizione del minore sul passaporto del genitore è valida fino al 26.06.2012. Infatti da questa data il minore può viaggiare in Europa e all'estero solo con un documento di viaggio individuale. Al contempo i passaporti dei genitori con iscrizioni di figli minori rimangono validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza.

Documentazione da presentare - Alla domanda è necessario allegare:

  • fotocopia di un documento di riconoscimento valido
  • due foto tessera identiche recenti (su sfondo bianco, la testa deve essere diritta, con le orecchie visibili)
  • una marca per concessioni governative di 73,50 euro (nuovo importo stabilito dal Decreto Legge n. 66/2014, convertito in Legge n. 89/2014). Si utilizzano esclusivamente i contrassegni telematici
  • la ricevuta di pagamento di 42,50 euro per il libretto a formato unificato a 48 pagine. Il versamento va effettuato su conto corrente postale n. 67422808 intestato a:Ministero dell’Economia e delle Finanze - Dipartimento del Tesoro Causale: “importo per il rilascio del passaporto elettronico”.


Chi è in possesso di un passaporto scaduto deve restituirlo.

Se invece il documento è stato smarrito o rubato, bisogna allegare alla nuova richiesta la denuncia di smarrimento o di furto.

Figli minori - Dal 25 novembre 2009 anche i bambini devono avere il proprio passaporto (Decreto legge n. 135/2009). La possibilità di iscrizione del minore sul documento del genitore (o tutore o altra persona delegata ad accompagnarli) non è più prevista e viene differenziata la durata temporale del passaporto a seconda dell'età del minore. Secondo le nuove regole, il passaporto italiano ha validità:

  • di tre anni per i minori da zero a tre anni;
  • di cinque anni per i minori di età compresa tra i tre e i diciotto anni.


Per i minori di età inferiore ai quattordici anni, l’uso del passaporto è subordinato alla condizione che viaggino in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci, oppure che venga menzionato sul passaporto o su una dichiarazione rilasciata da chi può dare l’assenso o l’autorizzazione, il nome della persona, dell’ente o della compagnia di trasporto cui i minorisono affidati.

Registro bigenitorialità

Il Consiglio Comunale , con Deliberazione n. 12 del 18.02.2016 ha adottato il seguente provvedimento “ APPROVAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TENUTA DEL REGISTRO DELLA BIGENITORIALITA’ “ Il provvedimento entra in vigore il 14.03.2016.  Il concetto di bigenitorialità è stato introdotto dalla Legge n. 54/2006 al fine di favorire la costante relazione del minore con entrambi i genitori e l’affido condiviso. L’istituzione del Registro dà applicazione al principio che garantisce il diritto soggettivo del minore di vedere ugualmente coinvolti i genitori , sia in presenza di giudizio di separazione o di divorzio , che, alla conclusione dello stesso, nelle decisioni relative alla sua salute , educazione ed istruzione.
L’iscrizione al Registro non ha rilevanza ai fini anagrafici ma consente di far comparire il minore , residente nel Comune di Zevio, come domiciliato presso entrambe le residenze dei genitori. In questo le istituzioni che si occupano del minore possono conoscere i riferimenti di entrambi i genitori, rendendoli partecipi delle comunicazioni che riguardano il figlio.
Per l’iscrizione del minore al registro è necessario pertanto che il minore sia  residente nrel Comune di Zevio , che almeno uno dei genitori ne faccia richiesta personalmente e che lo stesso genitore sia titolare della responsabilità genitoriale. Maggiori informazioni sull’organizzazione del servizio possono essere richieste direttamente all’Ufficio Anagrafe Comunale.

In evidenza

Problemi con la tv? - servizio gratuito di assistenza ai cittadini – HELP INTERFERENCE 4G – TV

NUOVO NUMERO TAXI SOCIALE

PIANO DEGLI INTERVENTI - 4a FASE

Programma amministrativo delle 5 liste ammesse per le elezioni comunali del 11 giugno 2017

Avviso adozione variante n.1 al P.A.T.

CARTA DEI SERVIZI SOCIALI

Area Dipendenti
Segnalazioni anticorruzione
Privacy | Note Legali | Webmaster | Sito realizzato da Positive